Il 2017 è stato un anno di grandi sperimentazioni.
Come abbiamo raccontato parlando dei nostri Crostoli senza Chiacchiere, pensati per chi ha difficoltà con certi alimenti, abbiamo messo in pratica una consapevolezza che avevamo: non siamo tutti uguali e ognuno di noi ha diritto a godersi la vita con dei piccoli piaceri quotidiani.

La nostra Sbrisolona molto particolare.

In questa direzione sono corsi le nostre sperimentazioni del 2017, e che consituano tutt’ora.

Una Sbrisolona “attenta al glutine”

Qui vogliamo parlare della variante della nostra  “sbrisolona”. Perché è attenta al glutine?
Perché è nata ufficialmente con farina di riso e mais appunto per chi  predilige un’alimentazione senza glutine. Come sapete non possiamo usare certe terminologie, come gluten free o altro, perché nei nostri laboratori il glutine è presente. Ma noi facciamo il massimo per i nostri clienti, quindi inventiamo ricette particolari che siano soprattutto: buone. Anzi: deliziose.
Ma non è tutto

La nostra Sbrisolona è senza burro

Alla sbrisolona viene successivamente sostituito il burro con il nostro burro vegetale composto da

  • una miscela di olio d’oliva
  • di arachidi
  • e da burro di cacao.

Venite a scoprirli!


Che cos’è un errore?
Perché tanto temiamo di farne?
Forse perché ci fa sembrare sbagliati, noi stessi, interamente?
Oppure perché sfugge al nostro personale tentativo di controllare sempre tutto e tutti?

Dolcissimi pasticci (o pasticcini)

Nella mia esperienza, l’errore è, alle volte, innovazione.
Lo è in natura, dove, pare, errori genetici permettano la nascita di specie che meglio si adattano all’ambiente.
E lo è in cucina, che sempre è un misto di innovazione e tradizione. L’innovazione in cucina, in questo caso, può essere consapevole già da prima: so dove voglio andare, e ci vado. Altre volte invece è grande capacità di vedere in umani sbagli (nelle dosi degli ingredienti, nei tempi di cottura, etc), potenziali nuovi futuri.
La cucina è un laboratorio, non a caso. Si fanno esperimenti di continuo, e solo quelli che superano poi i nostri severi metri di giudizio, vengono serviti alla nostra clientela.

Continue reading


Nel nostro modo di pensare, non esistono i clienti. Devo spiegarmi meglio, non vorrei essere franteso. Non esiste, nella filosofia della Pasticceria Spiga D’Oro, un solo, indistinto gruppo omogeneo chiamato “cliente”.
Esistono le persone, tante, singole, uniche e differenti persone.
Lo so che potrebbero sembrare parole vuote, frasi di circostanza, chiacchiere, potrei dire. Ma non è così. Pensare ai nostri clienti come a persone, ci costringe a vedervi tutti, uno ad uno, cercando di capire singolarmente quali sono le vostre passioni, i desideri, i bisogni.
Arrivo al dunque.

Per chi ha problemi con degli alimenti

Da anni stiamo seguendo dei corsi di pasticceria  rivolti a un pubblico che viene chiamato di “nicchia”. Gruppi di persone accomunati da una stessa passione per un certo qual cibo, come chi ha problemi con il glutine, di intolleranze, oppure per l’adesione ad uno stile di vita particolare, come avviene con chi adotta un’alimentazione vegana.

Non siamo gli unici, lo sappiamo. Ma come sempre, è la filosofia alla base che fa la differenza. Sulla scia di questo mercato molti si sono specializzati nella produzione di mono prodotti da vendere industrialmente. Prodotti distribuiti dalla grande distribuzione fino a piccoli distributori che pur garantendo l’uso per cui sono stati fatti, non sempre rispecchiano il sapore, o peggio, l’uso di ingredienti specifici.

Proprio per questo, per rispettare la nostra filosofia con cui ogni giorno ci approcciamo al lavoro, abbiamo deciso di creare dei prodotti dedicati a chi ha delle intolleranze.  Oggi vi raccontiamo un prodotto classico, rivisitato, quasi a sovvertire la tradizione senza veramente sovvertirla. Come avviene per il carnevale, che per un giorno ribalta la realtà ma senza veramente tenerla sottosopra.

La ricetta dei Crostoli senza chiacchiere

I primi prodotti a nascere in questa scia furono, nel 2017, i Crostoli senza chiacchiere.
Anche senza aderire a una disciplinare precisa, ma avendo cura nella selezione delle materie prime, abbiamo semplicemente sostituito alle uova il latte di mandorla e al burro l’olio d’oliva e il burro di cacao, mantenendo invariata il resto della ricetta. Semplicemente, senza tante chiacchiere appunto, ma con tanto gusto e attenzione ai dettagli

Il risultato è stato incredibile, abbiamo avuto un forte interesse da parte dei clienti, non solo da chi ha trovato giovamento dal cambio di quegli ingredienti per proprie idiosincrasie, ma anche da parte di molti altri, che li hanno apprezzati per la loro leggerezza più che per la loro “insita” filosofia.

Ed ecco che le singole persone sono diventate, in un “circolo virtuoso”, per un momento, un gruppo, una comunità, attorno ad un gesto ancestrale come il mangiare. Con gusto.

 

Venite a scoprirli!

Oppure chiamando per avere maggiori informazioni: 0499800031